Come fare il sapone al latte di capra

Se cercate alternative ai saponi industriali che spesso utilizzano prodotti derivanti dal petrolio, allora potete provare a realizzare voi stessi un sapone fatto in casa col latte di capra.

Per farlo si utilizza un procedimento a freddo e vi occorreranno i seguenti ingredienti: 180 g di olio di palma; 220 g di olio di riso; 100 g di olio di mandorla; 500 g di olio d'oliva; 130 g di soda caustica (sconto del 5%); 300 g di latte di capra congelato.

Al nastro: 2 cucchiai di amido di riso; 5 ml di olio essenziale di vaniglia; 5 ml difragranza borotalco.

La sera prima di fare il sapone, pesate il latte di capra e mettetelo nel congelatore. La mattina preparare il piano di lavoro con: due pentole acciaio inox di diverse misure, un cucchiaio in acciaio inox o in legno, un minipimer, un termometro da cucina, una bilancia elettronica di pressione, bicchieri di plastica, una mascherina, dei guanti in gomma, un paio di occhialini, delle formine a piacere (meglio se in silicone), della carta da forno e degli asciugamani.

 

La sera prima di fare il sapone, pesate il latte di capra e mettetelo nel congelatore. La mattina preparare il piano di lavoro con: due pentole acciaio inox, una più piccola e una più grande, un cucchiaio in acciaio inox o in legno, un minipimer, un termometro da cucina, una bilancia elettronica di pressione, bicchieri di plastica, una mascherina, dei guanti in gomma, un paio di occhialini, delle formine a piacere (meglio se in silicone), della carta da forno e degli asciugamani.

Ora che siete pronti prendete il latte congelato e mettetelo nella pentola più piccola cercando di spezzettarlo per quanto vi è possibile; Pesate la sodae spargetela sui pezzi di latte congelato mescolando di tanto in tanto finché non si siano sciolti latte e soda; Pesate gli oli e versateli nella pentola più grande;
Accendete il fuoco e scaldate la pentola con gli olii finché gli ingredienti non si saranno sciolti e amalgamati (attenzione però a non farla bollire) e attendete che le temperature dei composti nelle due pentole arrivino a 45°C.

 

A questa temperatura, versate il latte e la soda negli olii e mescolate il tutto con il cucchiaio; frullate con il minipimer fino ad arrivare al nastro (se mettete un dito sulla superficie del composto ottenuto e fate un segno, questo deve rimanere); al nastro versate l'amido di riso, l'olio essenziale e la fragranza borotalco, sempre mescolando con il cucchiaio; versate il composto nelle formine, pareggiate con il cucchiaio, coprite con un foglio di carta da forno e poi ancora con gli asciugamani o con una vecchia coperta; lasciate a riposo per 48 ore, affinché la soda prosegua il suo lavoro di saponificazione.

 

Passate le 48 ore togliete i saponi dalle formine, sistemateli in un posto asciutto e aperto per poi farli riposare altre 8 settimane, e una volta trascorso questo periodo di tempo il vostro sapone sarà pronto.

 

Per sapere quanta soda necessita il composto degli oli scelti, bisogna conoscere l'indice di saponificazione di ogni olio usato (IS). Questo è un numero decimale che, moltiplicato per il peso del singolo olio, ne determina la quantità di soda necessaria.

Questi numeri così ottenuti, si addizionano tra loro e la somma sarà la quantità di soda necessaria per fare il sapone con tali grassi. Lo sconto della soda si ottiene moltiplicando la somma precedente con il numero decimale che determina la percentuale di sconto decisa. Ad esempio, se decidiamo uno sconto del 5%, il numero decimale sarà 0,95%; con il 6% sarà 0,94 e così via.

 

di Mauro Rosario

 

Fonte: beautypianetadonna